Savignano sul Rubicone


Savignano sul Rubicone

Savignano sul Rubicone è un delizioso borgo romagnolo, di origini romane, in provincia di Forlì-Cesena. Si trova a metà strada dal litorale adriatico e dalle dolci colline tipiche dell’entroterra romagnolo, la città è famosa per lo storico passaggio di Giulio Cesare che, nella sua marcia verso Roma, pronunciò da quelle parti la famosa frase Alea Iacta Est, ossia Il Dato è tratto.

L’hotel Cesare è una base comoda per visitare Savignano sul Rubicone dato che è possibile raggiungere il centro cittadino comodamente a piedi con una passeggiata di pochi minuti.

Da vedere
Gli antichi Romani costruirono qui il monumento simbolo di Savignano, il ponte romano sul Rubicone, datato probabilmente al I sec. a.C. Tre grandi arcate di pietra d’Istria che poggiano su due piloni centrali. È lungo più di 24 mt, largo oltre 6 mt e alto 8 mt. In occasioni particolari, luci colorate lo illuminano, trasformando Savignano in un piccolo borgo incantato.

Il castello di Ribano si trova più a sud sul colle di Ribano. Si tratta di una dimora fortificata medievale risalente al XII secolo. Con gli anni passò alla chiesa che lo trasformò in dipendenza del convento di Ravenna. Con l’ingresso dei francesi in Italia venne requisito e tutto ciò che si trovava all’interno (beni, statue, libri, quadri) sequestrato e venduto a privati. Oggi è la sede di un’importante azienda enologica.

L’Accademia dei Filopatridi è un edificio storico risalente al 1800. Fu fondata da un gruppo di letterati fra cui Bartolomeo Borghesi e Giulio Perticari, che la eressero a centro per lo studio della poesia, letteratura, scienze naturali e numismatica. Da non perdere la biblioteca con oltre 60.000 volumi, cinquecentine e quarantanove edizioni bodoniane.

Il Monte di Pietà fu eretto nel 1551 da un certo Stefano Rissini che alla morte lasciò in eredità il terreno per la costruzione. Col tempo l’edificio ha avuto diversi proprietari. Oggi è stato restaurato e restituito allo splendore di un tempo. A sugellare lo spirito del monte è la scritta nell’architrave “Sacer Mons Pietatis”

condividi su...
Share on FacebookShare on LinkedInPin on PinterestGoogle+Tweet about this on Twitter